Vi siete mai chiesti come fa un talent scout ad avere la certezza che una giovane promessa diventi un grande campione come Maradona, Ronaldo o Messi? La verità è che non ce l’ha, ma tra poco potrebbe averla grazie ad uno studio condotto dalla Temple University di Philadelphia e il settore medico del Calcio Napoli.

Grazie a questa ricerca, infatti, sarà possibile delineare l’identikit del super calciatore, scoprirne la predisposizione a lesioni muscolari e a infortuni attraverso lo studio del Dna.

Il DNA del super calciatore

Il dott. Antonio Giordano, che supervisiona il progetto, spiega: “L’idea è di capire attraverso il Dna quali sono le caratteristiche genetiche degli atleti che hanno le maggiori ricadute sulla loro forma fisica così da scoprire eventuali predisposizioni a lesioni muscolari o la correlazione tra biologia e fattori genetici».

La partnership con lo staff medico del Napoli, guidato da Alfonso De Nicola, è nata in seguito al lavoro fatto da De Nicola sulla prevenzione degli infortuni, grazie al quale il Napoli è una delle squadre di serie A ad aver subito meno infortuni.

Attraverso i dati raccolti potremo sapere quali sono i geni più coinvolti nel successo sportivo di un atleta, perché un giocatore è più veloce di un altro o perché è più predisposto ad infortunarsi.

Non dimentichiamo, però, una variabile importante, che è quella ambientale. Il dott. Giordano precisa: “Non tutti sono Maradona, anche per questo tipo di fattore che ha un suo peso, insieme alla voglia dello sportivo di emergere e di vincere”.

Diego Armando Maradona

Photo:Bongatrs

Per il futuro un chip biologico

Questo progetto porterà allo sviluppo di un ’chip’ biologico che permetterà di monitorare i cambiamenti genetici dell’atleta, seguirlo per tutta la carriera e raccogliere dei dati molto interessanti sugli stili di vita.

Siamo ancora lontani dalla creazione di atleti cyborg, ma questo progetto è importante anche per altri sport e soprattutto per lo studio di malattie che colpiscono gli atleti, come la Sla per i calciatori.

Tu faresti analizzare il tuo DNA per scoprire se sei un campione nato?

di Nunzia Falco Simeone

Questo post è disponibile anche in: Inglese

A proposito dell'autore

Ciao a tutti! Mi chiamo Francesco e sono un giovane ragazzo come voi che ama follemente il calcio. Insieme possiamo arrivare in alto, e raggiungere il nostro sogno! Puntate sempre più in alto ragazzi, non accontentatevi mai!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata