Nasce “Stop War… Play football” il nuovo progetto internazionale patrocinato da 10 enti fra cui Tascout, Serie B e il Sovrano Militare Ordine di Malta.
Secondo Amnesty International sono circa 300mila i bambini soldato in tutto il mondo: infanzie caratterizzate dalla violenza, dagli abusi e rubate del diritto all’istruzione, alla salute e al divertimento.
Per arginare questo fenomeno dieci enti patrocinatori hanno deciso di sostenere il progetto “Stop War… Play football”.
L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra l’Associazione Sant’Anna e la M.F.A (Malta Football Association).Il progetto, già operativo nelle prossime settimane, prevede l’invio e la distribuzione di materiali sportivi, soprattutto palloni da calcio, nei paesi maggiormente colpiti dalle guerre.
In molte aree dell’Africa e dell’Asia i bambini hanno purtroppo più confidenza con armi e droghe che con i giocattoli.
Grazie al Corpo Militare del Sovrano Ordine di Malta ( uno dei dieci enti patrocinatori del progetto)sarà possibile infatti arrivare in alcuni di questi luoghi dove è prevista solamente la presenza di eserciti regolari e dei caschi blu delle Nazioni Unite e di sostituire le armi e i giubbotti militari con dei palloni e degli abbigliamenti sportivi.

Tascout è un social network dedicato ai ragazzi e che nasce con lo scopo di mettere in contatto i giovani calciatori tra di loro per poter realizzare un sogno: per questo si è sentito particolarmente coinvolto nell’iniziativa.

“Nel nostro piccolo- ha detto Claudio Del Gusto, il CEO del social network sportivo- abbiamo deciso di contribuire con la distribuzione di 50 palloni da calcio e 10 magliette polo. Il nostro è un impegno soprattutto morale dal momento che nasciamo come una start upche ha lo scopo di mettere in contatto tra di loro ragazzi di ogni nazione, credo ed etnia. Ci sono bambini nel mondo che inconsciamente sperano in un futuro di pace; lo sport con i suoi valori è in grado di muovere interi popoli e crediamo che questa sia una delle strade migliori da percorrere per disarmare migliaia di mani innocenti; Togliere le armi, regalando palloni è come aprire una finestra di speranza nei cuori di questi bambini costretti ad essere dei soldati”.
Oggi, 3 luglio, Stop War … Play Football fa tappa in Somalia, a Mogadiscio, per la consegna di palloni e materiale sportivo, ai giovani somali.

Qui di seguito la lista di tutti e dieci gli enti patrocinanti:
Presidenza della Repubblica di Malta
Malta Football Association
Sovrano Militare Ordine di Malta
Corpo Militare Ordine di Malta
Youth Football Association of Malta

Ministero della Difesa
Lega Serie B
B Solidale
Tascout
Associazione S.Anna

A proposito dell'autore

Ciao a tutti! Mi chiamo Francesco e sono un giovane ragazzo come voi che ama follemente il calcio. Insieme possiamo arrivare in alto, e raggiungere il nostro sogno!
Puntate sempre più in alto ragazzi, non accontentatevi mai!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata